Home new york Trovare Lavoro a New York : Guida Pratica

Trovare Lavoro a New York : Guida Pratica

Per molti, ieri come oggi, una delle più valide alternative per dare una svolta alla propria vita è quello di inseguire il sogno americano. E così, complice anche la crisi economica, non sono pochi i giovani che hanno pensato di trovare lavoro a New York, seguendo una guida pratica, al fine di non vedere infrangere le proprie aspettative lavorative. Il momento storico, inutile negarlo, è certamente complesso anche oltre Oceano. Questo non vuol dire però che, seguendo delle semplici ma fondamentali linee guida, non si riesca in breve tempo a trovare lavoro nella grande mela.

Partiamo dalle basi: la comunicazione. In quanto Paese straniero è ovvio che la condizione essenziale per trovare lavoro sia una buona padronanza della lingua, ovvero dell’americano. Certo è che anche saper parlare l’inglese, soprattutto peri i primi periodi, può ampiamente bastare. In secondo luogo bisogna accertarsi di poter acquisire il visto giusto per poter regolarmente mettersi alla ricerca di un lavoro. Non sono poche infatti le restrizioni poste dall’America per chi voglia calpestare il suolo del Paese. Detto questo, bisogna sottolineare non solo la possibilità, ma anche l’efficacia di iniziare a contattare delle aziende ancor prima di partire. Quindi, pc alla mano, basterà compilare al meglio il proprio curriculum vitae (rigorosamente in lingua!) per potersi presentare, inizialmente tramite web, ai futuri datori di lavoro. Essendo inoltre un periodo storico in cui la tecnologia e internet la fanno da padrona, sarà possibile effettuare, una volta trovate delle interessanti offerte di lavoro, dei primi colloqui conoscitivi mediante internet ed in particolare tramite il tanto famoso Skype. In questa maniera da un lato le aziende possono valutare la preparazione e l’idoneità dei candidati, e dall’altra gli aspiranti lavoratori potranno preparare il terreno ancor prima di arrivare a New York.

Dunque non il passaparola ma l’utilizzo del curriculum è la via da seguire per avere successo. A tal proposito va infatti detto come quasi tutte le aziende inseriscano le offerte di lavoro proprio su internet. Per candidarsi basterà semplicemente spedire il proprio curriculum. Una volta ricevuto, l’azienda lo valuterà e se lo riterrà valido, non tarderà a contattare l’interessato. Tuttavia vi è un altro metodo efficace per trovare lavoro in una città come New York: le agenzie specializzate come ad esempio Manpower. Queste ricercano lavoro per conto di aziende mettendo in contatto gli aspiranti lavoratori con i datori di lavoro. Per chi poi sia alla ricerca di una posizione manageriale o comunque inerente ad un ambito professionale, il consiglio è quello di rivolgersi agli head hunters. Queste sono delle agenzie private che ricercano figure particolarmente qualificate per conto di numerosissime aziende. Nello specifico solitamente ricercano lavoratori per settori particolari come ad esempio quello sanitario, industriale o finanziario; l’ideale è cercare lavoro direttamente in italia ad esempio tramite un motore di ricerca lavoro, in modo da effettuare il colloquio preliminare in Italia e successivamente “investire” spostandosi a new york.

A prescindere dal metodo utilizzato per arrivare a sedersi davanti al responsabile della selezione del personale, risulterà determinante il modo in cui si affronterà il colloquio. In primo luogo occhio all’abbigliamento. In questo caso l’abito fa decisamente il monaco. E così via t-shirt e jeans. Giacca e cravatta per gli uomini e un sobrio tailleur per le donne andranno più che bene. Infine risulterà fondamentale conoscere bene l’azienda per cui si fa il colloquio. Avere ad esempio visitato il sito dell’azienda e dimostrare di conoscere le principali attività svolte da essa, vi farà sicuramente ben figurare. Questo vi farà apparire come particolarmente vogliosi di prendere parte al team di lavoro.

Inserisci un commento